Candida Ferrari… o l'emozione che corregge la regola.

La "porta stretta" del progetto è inevitabile per ogni artista che decida di dosare gli elementi fondanti dell'arte aniconica con il rigore della Ferrari.
E tuttavia la leggerezza come motivo fondante e dichiarato,la palpabile percezione del tempo che scorre sull'opera insieme a una luce inaddomesticabile, non sono mai stati motivi progettuali.”
Enrico Mascelloni